Spazio alle idee
per la collettività

Scopri come Enti e Organizzazioni possono collaborare

Guarda il video

Luoghi Comuni è la nuova iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia e dell'ARTI.

Luoghi Comuni finanzia progetti di innovazione sociale da realizzare in spazi pubblici sottoutilizzati e promossi da Organizzazioni giovanili pugliesi.

L'iniziativa

Partecipa

Blog

  • Via alla candidatura degli spazi!

    Attiva da oggi la procedura dedicata agli Enti pubblici

    A partire dalle ore 12 dell'11 dicembre 2018 è possibile registrarsi come Ente pubblico alla piattaforma Luoghi Comuni. Ogni utente sarà associato all’Ente pubblico di appartenenza e potrà compilare il formulario di candidatura degli spazi da mettere a disposizione dei progetti di innovazione…

    Leggi tutto »
  • Luoghi Comuni e ANCI, presentazione dell'iniziativa ai Comuni pugliesi

    Nella giornata di ieri la Regione Puglia, l'ARTI e L'ANCI hanno incontrato i Comuni pugliesi. Alla conferenza sono intervenuti: Domenico Vitto – Presidente ANCI Puglia, Raffaele Piemontese – Assessore regionale alle Politiche Giovanili, Antonella Bisceglia – Dirigente Sezione Politiche…

    Leggi tutto »

Eventi

In programma

  • 12 Dic

    Presentazione dell’Iniziativa a Mola di Bari

    Mola di Bari
    Leggi tutto »
  • 13 Dic

    Luoghi Comuni arriva a Barletta

    Barletta
    Leggi tutto »
  • 14 Dic

    Incontro di presentazione a Mesagne con la Rete Antenna PON

    Mesagne
    Leggi tutto »
  • 14 Dic

    Incontro di presentazione a Polignano a Mare

    Polignano a Mare
    Leggi tutto »

Domande frequenti

Seleziona un profilo
  • Enti pubblici
  • Organizzazioni giovanili
  • Quali sono gli Enti che possono candidare i propri spazi?

    Gli Enti che possono candidare i propri spazi sono tutti quelli che dal loro statuto risultano essere “Enti pubblici”, ai sensi dell’art. 1 comma 2 del Decreto Legislativo n. 165/2001.

  • Chi, all’interno di un Ente, deve registrarsi alla piattaforma per compilare la candidatura di uno spazio?

    L’Ente deve individuare e nominare, per ciascuno spazio, un Responsabile Unico del Procedimento (RUP). Quest’ultimo sarà il referente dell’Ente per tutta la procedura di candidatura e dovrà registrarsi alla piattaforma. Ciascun referente profilato può inserire più spazi qualora venga nominato RUP per più candidature.

    Si specifica che, per procedere alla registrazione, ogni referente deve inserire la propria e-mail istituzionale. Nel caso in cui il referente non sia dotato di una mail istituzionale, è possibile utilizzare un proprio indirizzo personale che sarà oggetto di verifica. Si consiglia di non utilizzare un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC), dal momento che potrebbe non essere in grado di ricevere le notifiche del sistema.

  • Quanti spazi possono essere candidati dallo stesso Ente?

    Un Ente può candidare più spazi pubblici sottoutilizzati.
    Le candidature saranno prese in carico seguendo l’ordine cronologico di ricezione. Per ciascuna sarà verificata l’ammissibilità. In caso di esito positivo, si procederà alla valutazione secondo i criteri dell’Avviso.
    Ciascun Ente proponente potrà inoltrare fino a un massimo di n. 3 candidature per volta.

    Lo stesso Ente, se interessato a valorizzare un ulteriore spazio, dovrà aspettare che almeno una delle precedenti candidature: risulti inammissibile, riceva una valutazione negativa, sia ritirata dallo stesso ente o riceva una valutazione positiva e attivi effettivamente le attività co-progettate.

Hai una domanda per noi? Contattaci