Come partecipare

Seleziona un profilo

Registrazione

Gli Enti che vogliono aderire all’iniziativa possono registrarsi alla piattaforma luoghicomuni.regione.puglia.it a partire dalle ore 12:00 dell’11/12/2018.

La registrazione deve essere effettuata da un referente (individuato come Responsabile Unico del Procedimento) capace di fornire i dati anagrafici e tecnici utili al completamento della procedura.

Nell’area di registrazione occorre selezionare il profilo Ente pubblico e definirne la tipologia. Qualora l’Ente sia un Comune è sufficiente selezionare la denominazione corrispondente. Negli altri casi, si potrà scegliere fra ulteriori denominazioni o inserirne una nuova.

I dati richiesti per la registrazione del referente sono: nome, cognome, ruolo all’interno dell’Ente, numero di telefono e indirizzo e-mail. Si consiglia di non utilizzare un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC), dal momento che potrebbe non essere abilitato alla ricezione delle notifiche automatiche inviate dal sistema.

Conclusa la registrazione, il sistema inoltra un messaggio di conferma all’indirizzo e-mail indicato. Se si è utilizzato un indirizzo istituzionale, si potrà immediatamente attivare l’utenza cliccando sul link di conferma impostando una password. Negli altri casi, l’utenza sarà attivabile dopo la validazione dello staff, che sarà notificata da una seconda comunicazione.

Con le credenziali in suo possesso, il referente può infine accedere alla procedura di candidatura.


Candidatura spazi

Per ciascuno spazio da candidare, l’Ente che ha completato la registrazione può procedere alla compilazione del formulario, alla revisione e convalida della candidatura e all’inoltro della domanda di partecipazione.

La bacheca personale, cui si accede dopo l’autenticazione, contiene un riepilogo degli spazi inseriti e indica lo stato delle relative candidature. Dalla bacheca è possibile aprire nuove candidature, oppure proseguire o annullare candidature in corso.

Prima di iniziare la procedura di candidatura è necessario verificare che lo spazio sia:

  • situato all’interno del territorio della Regione Puglia;
  • nella piena disponibilità dell’Ente proponente (in quanto proprietario o perché ne abbia, a qualsiasi titolo, la piena disponibilità per un periodo pari almeno a 36 mesi);
  • privo di un soggetto gestore o di un concessionario privato, ovvero con una gestione in scadenza entro 3 mesi;
  • in un buono stato di conservazione, agibile, salubre e dotato di servizi igienici.

Il formulario di candidatura è articolato in quattro sezioni: Anagrafica, Condizioni generali, Vincoli e prescrizioni, Allegati. Ciascuna di esse può essere compilata in una o più sessioni indipendenti. Affinché le informazioni inserite vengano conservate dalla piattaforma, è necessario salvarle mediante l’apposito pulsante.

Prima della convalida della candidatura, le informazioni inserite possono essere integrate e modificate in qualsiasi momento e senza alcun limite. La convalida è possibile solo quando i campi obbligatori di tutte le sezioni del formulario risultano correttamente compilati.

In fase di convalida viene visualizzato un riepilogo integrale della candidatura e si richiede una conferma della correttezza e veridicità di tutte le informazioni inserite. Al termine del riepilogo è possibile tornare al formulario per effettuare eventuali correzioni, oppure convalidare la candidatura. In seguito alla convalida, le informazioni inserite vengono acquisite definitivamente e non possono più essere modificate.

Dopo la convalida, il sistema genera una Domanda di Candidatura in formato pdf, che deve essere sottoscritta digitalmente dal Responsabile del Procedimento nominato e delegato dall’Ente. Per concludere con successo la procedura, la domanda deve essere caricata nel sistema come file p7m o pdf del peso massimo di 5 MB.

Ciascun Ente può inoltrare fino a un massimo di tre candidature per volta. Diventa possibile inviare ulteriori candidature solo nel caso in cui una delle precedenti:

  • riceva un giudizio di inammissibilità;
  • riceva una valutazione inferiore alla soglia di selezione;
  • sia ritirata dall’Ente stesso;
  • riceva una valutazione positiva e vengano attivati i servizi co-progettati all’interno dello spazio.

Anagrafica

Questa sezione richiede le informazioni generali relative allo spazio candidato e al RUP nominato dall’Ente.

Nome dello spazio Inserisci il nome in uso per identificare lo spazio.

Tipologia dello spazio Seleziona la tipologia dello spazio dal menu a tendina.

Breve descrizione dello spazio Insersici una breve descrizione dello spazio, che contribuirà a presentarlo agli utenti della piattaforma. Massimo 80 caratteri.

Comune, Provincia e Indirizzo Inserisci l’indirizzo dello spazio e seleziona il comune di appartenenza dal menu a tendina. Dopo aver immesso questi dati, lo spazio viene localizzato automaticamente sulla mappa. Nel caso in cui la posizione non risultasse corretta, è possibile riposizionare manualmente il puntatore.

Collocazione Definisci la collocazione dello spazio selezionando una delle tre opzioni: al coperto, all’aperto, al coperto e all’aperto. A seconda dell’opzione scelta, il sistema richiede di indicare anche il numero dei locali che compongono lo spazio e la superficie delle aree interne e/o esterne.

RUP Inserisci i dati anagrafici del Responsabile Unico del Procedimento. Mediante l’apposito tasto, è possibile popolare automaticamente tutti i campi richiamando i dati dell’utenza in uso. Il sistema richiede anche gli estremi dell’atto di nomina e la disponibilità del RUP a effettuare sopralluoghi insieme alle Organizzazioni giovanili interessate.

Condizioni generali

Questa sezione richiede una descrizione dettagliata dello spazio, che include dati tecnici, analisi di contesto e modalità di compartecipazione dell’Ente.

Descrizione generale dello spazio Descrivi le caratteristiche generali dello spazio, gli allacci in essere, gli eventuali arredi e/o attrezzature disponibili. Massimo 500 caratteri.

Contesto territoriale e sociale Descrivi il contesto in cui il bene è collocato e l’eventuale presenza di strutture limitrofe o servizi disponibili (scuole, parrocchie, strutture sportive, parchi, etc.). Massimo 800 caratteri.

Attuale destinazione d’uso Descrivi l’attuale destinazione d’uso dello spazio. Massimo 500 caratteri.

Stato di sicurezza, salubrità e igiene Descrivi lo stato di sicurezza di facciate, coperture, pavimentazione, murature, infissi, allacci e impianti esistenti, sanitari ed eventuali spazi esterni. Massimo 800 caratteri.

Punti di forza e criticità dello spazio Elenca fino a 3 punti di forza e fino a 3 criticità dello spazio. Descrivili per parole chiave, in estrema sintesi. Massimo 40 caratteri per voce.

Fruibilità dello spazio Segnala l’eventuale dotazione di parcheggi e descrivi la raggiungibilità dello spazio tramite trasporto pubblico. Massimo 500 caratteri.

Accessibilità degli spazi interni/esterni Indica se le aree interne ed esterne (aree perimetrali, strade di accesso, marciapiedi, etc.) allo spazio sono pienamente accessibili. Qualora fossero presenti limitazioni di qualsiasi genere, il sistema richiede di specificarle in massimo 200 caratteri.

Obiettivi della candidatura Esponi gli obiettivi che l’Ente intende raggiungere con la candidatura dello spazio, in coerenza con i propri indirizzi strategici. Massimo 500 caratteri.

Compartecipazione dell’Ente Descrivi l’apporto – in termini di collaborazione, supporto e impegno – che l’Ente intende garantire per la rivitalizzazione dello spazio candidato. Massimo 500 caratteri.

Sistemi di monitoraggio dei servizi co-progettati Descrivi le attività di monitoraggio che l’Ente intende svolgere per favorire la collaborazione con l’Organizzazione giovanile e per verificare l’esecuzione del servizio co-progettato. Massimo 500 caratteri.

Complementarietà  Indica se lo spazio candidato è stato precedentemente riqualificato attraverso altre risorse pubbliche. In caso affermativo, il sistema richiede di dettagliare in massimo 200 caratteri quali tipologie di risorse sono state impiegate.

Vincoli e prescrizioni

Questa sezione richiede di individuare i vincoli presenti sullo spazio e definire eventuali indirizzi d’uso.

Accesso indipendente Indica se lo spazio è dotato di un accesso indipendente. Qualora non lo fosse, il sistema richiede di segnalare le restrizioni in termini di orari e/o giorni in massimo 500 caratteri.

Vincoli di tutela dettati da normative Elenca gli eventuali vincoli posti da enti terzi come ad esempio: il Decreto legislativo n. 42/2004 – Parte seconda – Beni culturali; il Decreto legislativo n. 42/2004 – Parte terza – Beni paesaggistici; la Legge n. 394/1991 – “Legge quadro aree protette”. Massimo 800 caratteri.

Prescrizioni per manutenzione Elenca gli eventuali interventi di manutenzione non consentiti. Massimo 500 caratteri.

Prescrizioni per attività Elenca e motiva gli eventuali usi consentiti/non consentiti dai vincoli sussistenti (ad es. destinazione d’uso dell’immobile e/o finanziamenti terzi che limitano le attività realizzabili). Massimo 500 caratteri.

Ambiti di intervento prioritari Indica se l’Ente intende definire ambiti di intervento prioritari per i progetti da realizzare all’interno dello spazio candidato. In caso affermativo, seleziona uno o più ambiti tra quelli proposti dal sistema. Gli ambiti di intervento scelti dovranno essere gli stessi riportati in nel documento deliberativo di candidatura dello spazio.

Allegati

Questa sezione permette di caricare tutta la documentazione necessaria al completamento della candidatura.

Nel preparare la documentazione da allegare, assicurati che tutte le scansioni risultino leggibili.

Pianta quotata Carica una pianta dettagliata dello spazio. Formato pdf, jpg, zip o dwg. Dimensioni massime 10 mb.

Idoneità spazi Carica copia della documentazione con cui l’Ente attesta l’idoneità e la piena funzionalità dello spazio per lo svolgimento di attività di pubblico interesse (agibilità o altra certificazione sostitutiva). Formato pdf. Dimensioni massime 2 mb.

Elenco di forniture e arredi in dotazione Carica un elenco dettagliato delle eventuali forniture e/o arredi in dotazione allo spazio. Se necessario, allega anche eventuale documentazione di supporto (ad es. schede tecniche, foto, etc.). Formato pdf. Dimensioni massime 2 mb.

Foto Carica una documentazione fotografica completa, da cui si evinca con chiarezza lo stato di fatto di tutti gli ambienti dello spazio, interni ed esterni. Formato jpg. Dimensioni massime complessive 20 mb.

Video Se disponibile, incolla l’url di un video da YouTube, Vimeo o Dailymotion che documenti lo stato di fatto dello spazio.

Estremi dell’atto deliberativo Inserisci gli estremi dell’atto deliberativo con cui l’Ente aderisce a Luoghi Comuni, conformemente all’art. 7 dell’Avviso.

Atto deliberativo di adesione Carica copia dell’atto deliberativo di adesione. Formato pdf. Dimensioni massime 2 mb.


Valutazione

Le candidature ammissibili verranno valutate con un un punteggio da 0 a 70 punti, secondo i seguenti macro e micro criteri.

Qualità e coerenza della candidatura

Accuratezza e chiarezza delle informazioni tecniche relative allo spazio. Livello di dettaglio e approfondimento delle informazioni e dei dati tecnici forniti in sede di candidatura sullo spazio da rivitalizzare. Massimo 10 punti su 70.

Qualità dell’analisi di contesto. Grado di definizione del contesto territoriale e sociale all’interno del quale è collocato lo spazio candidato. Analisi dei bisogni su cui è necessario intervenire e dei servizi disponibili nell’area in cui lo spazio è situato. Massimo 10 punti su 70.

Adeguatezza dello spazio candidato rispetto alle finalità della misura, alle tipologie di azioni da attivare ed ai soggetti da coinvolgere. Massimo 30 punti totali su 70.

  • Grado di attrattività dello spazio.
    Condizioni generali del bene; rilevanza storica e architettonica; presenza di infrastrutture che favoriscano la realizzazione di servizi e attività economicamente sostenibili; ubicazione dello spazio e capacità di essere accessibile e fruibile da parte dell’utenza finale. Fino a 15 punti.
  • Dotazioni in essere dello spazio.
    Adeguatezza dei servizi igienici e degli impianti, qualità delle forniture e degli arredi. Fino a 5 punti.
  • Coerenza con le tipologie di azioni/servizi da attivare.
    Compatibilità dello spazio con le finalità della misura e gli ambiti di intervento prioritari individuati dall’Ente. Fino a 10 punti.

Grado di compartecipazione dell’Ente proponente. Qualità dell’apporto (in termini di collaborazione, supporto e impegno) che l’Ente intende garantire per la rivitalizzazione dello spazio candidato. Massimo 10 punti su 70.

Coerenza della candidatura rispetto agli obiettivi strategici dell’Ente. Chiarezza degli obiettivi che si intendono raggiungere con la candidatura dello spazio in coerenza con gli indirizzi strategici dell’Ente proponente. Massimo 5 punti su 70.

Monitoraggio dei servizi

Adeguatezza degli strumenti di monitoraggio a supporto della cooperazione pubblico-privata avviata e per l’efficace realizzazione dell’intervento co-progettato. Qualità degli strumenti di cui l’Ente intende dotarsi per favorire la collaborazione con l’Organizzazione giovanile e per monitorare l’esecuzione del servizio co-progettato. Massimo 5 punti su 70.

Per l’attribuzione del punteggio, si procederà a moltiplicare il punteggio massimo previsto per ciascun criterio o sub-criterio per i moltiplicatori corrispondenti ai seguenti giudizi:

  • Eccellente: 1
  • Buono: 0.8
  • Sufficiente: 0.6
  • Insufficiente: 0.4
  • Scarso: 0.2

Verranno selezionate le candidature che abbiano ricevuto un punteggio complessivo uguale o superiore a 42 punti e che per, per ciascun criterio o sub-criterio, abbiano ricevuto un giudizio uguale o superiore a “sufficiente”.


In caso di ammissione

Le candidature saranno valutate dalla Regione Puglia al fine di essere inserite nel catalogo aperto di beni da riattivare mediante progetti di innovazione sociale.

In caso di selezione dello spazio, ARTI provvede a pubblicare sulla piattaforma luoghicomuni.regione.puglia.it una scheda di presentazione dello spazio e successivamente ad attivare un Avviso per l’individuazione di Organizzazioni giovanili del Terzo Settore interessate a co-progettare un intervento di innovazione sociale da realizzare nello spazio messo a disposizione dall’Ente.

La Organizzazioni giovanili candideranno la propria proposta tramite la piattaforma di Luoghi Comuni.


Co-progettazione

Luoghi Comuni utilizza la co-progettazione per la realizzazione dei progetti.

Questo strumento, previsto dal Codice del Terzo Settore approvato con Decreto legislativo n. 117 del 3 luglio 2017, consente agli Enti pubblici e alle Organizzazioni giovanili del Terzo Settore di condividere gli interventi da realizzare nello spazio candidato e collaborare per rispondere ai bisogni del territorio.

Aderendo all’iniziativa Luoghi Comuni, gli Enti pubblici titolari degli spazi si impegnano a utilizzare le procedure di co-progettazione per dialogare con le Organizzazioni giovanili del Terzo Settore interessate a realizzare progetti di innovazione sociale negli spazi candidati.

Registrazione

Le Organizzazioni giovanili interessate a partecipare all’iniziativa e a candidare un progetto di innovazione sociale possono aprire un profilo sulla piattaforma luoghicomuni.regione.puglia.it.

La registrazione deve essere effettuata da un referente dell’Organizzazione. Nell’area di registrazione il referente deve selezionare il profilo Organizzazione giovanile e successivamente inserire i dati personali richiesti, oppure utilizzare la propria Identità Digitale unica (username e password) prevista per il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Qualora non si utilizzi l’Identità Digitale di SPID, terminato l’inserimento dei dati richiesti, il sistema telematico invierà all’indirizzo e-mail del referente un link di conferma della registrazione, che permetterà di impostare una password e attivare l’utenza.

Una volta conclusa la registrazione, il referente dell’Organizzazione potrà accedere alla piattaforma inserendo username e password scelti in fase di registrazione oppure tramite l’Identità Digitale unica (username e password), qualora abbia utilizzato SPID.


Candidatura progetti

Per candidare un progetto di innovazione sociale, le Organizzazioni giovanili possono procedere alla compilazione del formulario, alla revisione e convalida della candidatura e all’inoltro della domanda di partecipazione.

Per ciascuno spazio inserito in piattaforma verrà pubblicato uno specifico Avviso costruito su un modello standard. Il bando indicherà le modalità di partecipazione, le caratteristiche dello spazio, la scadenza per la presentazione delle proposte e i criteri di valutazione.

La bacheca personale, cui si accede dopo l’autenticazione, contiene un riepilogo dei progetti inseriti e indica lo stato delle relative candidature. Dalla bacheca è possibile aprire nuove candidature oppure proseguire o annullare candidature in corso.

Prima di procedere con la candidatura dei progetti è importante ricordare che per partecipare all’Iniziativa Luoghi Comuni le Organizzazioni giovanili devono:

  • avere almeno una sede legale o operativa in Puglia;
  • avere il proprio organo di amministrazione composto in maggioranza da giovani di età compresa tra 18 e 35 anni;
  • essere iscritte al Registro Unico Nazionale del Terzo settore (RUNTS) o ad uno dei registri attualmente previsti dalle normative di settore;
  • essere costituite in una delle forme giuridiche previste dall’art. 4, comma 1, del Decreto Legislativo n. 117 del 3 luglio 2017, “Codice del Terzo Settore”.

Le Organizzazioni giovanili del Terzo settore in forma associata (ad es. ATS/RTS) non sono ammesse a candidare proposte progettuali.

Per candidare un progetto di innovazione sociale, in risposta agli Avvisi pubblicati, il referente dell’Organizzazione giovanile deve compilare il formulario di candidatura collegato allo spazio prescelto e messo a bando.

Per ogni progetto candidato, il referente dell’Organizzazione dovrà fornire, tra le altre, le seguenti informazioni:

  • dati del soggetto proponente e del legale rappresentante;
  • presentazione del proponente e degli eventuali partner coinvolti;
  • descrizione dell’idea progettuale con specifica attenzione alle caratteristiche di innovazione sociale e agli elementi di sostenibilità;
  • eventuali interventi di manutenzione previsti per lo spazio.

Il formulario di candidatura è articolato in cinque sezioni: Anagrafica proponente, Profilo proponente, Progetto, Reti e comunità, Sostenibilità economica. Ciascuna di esse può essere compilata in una o più sessioni indipendenti. Affinché le informazioni inserite vengano conservate dalla piattaforma, è necessario salvarle mediante l’apposito pulsante.

Prima della convalida della candidatura, le informazioni inserite possono essere integrate e modificate in qualsiasi momento e senza alcun limite. La convalida è possibile solo quando i campi obbligatori di tutte le sezioni del formulario risultano correttamente compilati.

In fase di convalida viene visualizzato un riepilogo integrale della candidatura e si richiede una conferma della correttezza e veridicità di tutte le informazioni inserite. Al termine del riepilogo è possibile tornare al formulario per effettuare eventuali correzioni, oppure convalidare la candidatura. In seguito alla convalida, le informazioni inserite vengono acquisite definitivamente e non possono più essere modificate.

Dopo la convalida, il sistema genera una Domanda di Candidatura in formato pdf che deve essere sottoscritta digitalmente dal Rappresentante legale dell’Organizzazione proponente ed essere caricata nel sistema, entro i termini previsti dall’Avviso, come file p7m o pdf del peso massimo di 5 MB.

Ogni progetto potrà beneficiare di un finanziamento massimo di 40.000 euro. Il finanziamento coprirà sia le attività progettuali che piccoli interventi di manutenzione dello spazio. I progetti dovranno avere una durata di 24 mesi: i primi 18 saranno finanziati con le risorse ricevute; per gli ultimi 6 le Organizzazioni giovanili dovranno impegnarsi a compartecipare con proprie risorse per il prosieguo delle attività.

Anagrafica proponente

Questa sezione richiede di identificare l’Organizzazione proponenete e il suo rappresentante legale.

Ragione sociale dell’Organizzazione Inserisci la ragione sociale dell’Organizzazione giovanile proponente il progetto.

Codice fiscale Inserisci il codice fiscale dell’Organizzazione.

Partita IVA Inserisci il numero di partita IVA (se posseduta) dell’Organizzazione.

Tipologia Seleziona la tipologia di Organizzazione tra i soggetti giuridici del Terzo Settore presenti in elenco. In caso di scelta Altro ente del Terzo Settore, sarà necessario specificarne la tipologia nell’apposito campo di testo.

Sito web Se l’Organizzazione dispone di un sito web, riportane l’url completo (inclusivo di protocollo, ad es. http:// o https:).

Altra pagina web Se l’Organizzazione dispone di un altro spazio web (ad es. un profilo social, una pagina su un altro sito, ecc.), riportane l’url completo (inclusivo di protocollo, ad es. http:// o https:).

Iscrizione registro Indica a quale Registro del Terzo Settore è iscritta o ha presentato istanza l’Organizzazione.

Indirizzo Inserisci l’indirizzo della sede legale dell’Organizzazione.

Località Inserisci il comune e la provincia della sede legale dell’Organizzazione. Se la sede legale corrisponde alla sede operativa, seleziona l’apposita checkbox. In caso contrario, inserisci le stesse informazioni per la sede operativa. Ricorda che per partecipare all’Avviso è necessario che almeno una sede sia localizzata in Puglia.

Nome e cognome Inserisci il nome e il cognome del rappresentante legale dell’Organizzazione.

E-mail Inserisci l’indirizzo e-mail del legale rappresentante. Non utilizzare un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC), dal momento che potrebbe non essere abilitato alla ricezione delle notifiche automatiche inviate dal sistema.

Telefono Inserisci il numero di telefono del rappresentante legale.

Codice fiscale Inserisci il codice fiscale del rappresentante legale.

Data di nascita Inserisci la data di nascita del rappresentante legale.

Luogo di nascita Inserisci luogo di nascita del rappresentante legale.

Documento Carica un documento di riconoscimento in corso di validità del rappresentante legale. Formato pdf. Dimensioni massime 2 mb.

Profilo proponente

Questa sezione richiede una descrizione dell’Organizzazione proponente e del gruppo di lavoro individuato. Prima di iniziare la compilazione è utile raccogliere tutte le informazioni necessarie, verificando i criteri di valutazione previsti dall’Avviso.

Descrizione dell’Organizzazione Descrivi sinteticamente l’Organizzazione, le sue finalità e di cosa si occupa. Ricorda di menzionare le competenze spendibili nel progetto che si sta presentando. Massimo 1000 caratteri.

Esperienze in progetti simili Descrivi sinteticamente quali esperienze e progetti di innovazione sociale sono stati già realizzati dall’Organizzazione. Metti in evidenza le esperienze più coerenti con il progetto che si sta presentando e la connessione con il territorio di riferimento. Massimo 1500 caratteri.

Curriculum dell’Organizzazione Carica il curriculum esteso dell’Organizzazione, includendo le esperienze pregresse ed evidenziando quelle maggiormente coerenti con il progetto che si sta presentando. Formato pdf. Dimensioni massime 2 mb.

Descrizione del gruppo di lavoro Descrivi brevemente le professionalità coinvolte per la realizzazione del progetto e come saranno organizzate. Massimo 1500 caratteri.

Componente Per ciascuno dei componenti del gruppo di lavoro: inserisci nome e cognome; descrivi la professionalità che metterà in campo, il ruolo e le attività che svolgerà all’interno del progetto (massimo 400 caratteri); carica il curriculum vitae firmato digitalmente dal componente o debitamente sottoscritto con allegato il suo documento di identità (formato pdf o p7m, dimensioni massime 2 mb). Ricorda di evidenziare in ogni curriculum le esperienze maggiormente coerenti con il progetto che si sta presentando.

Progetto

Questa sezione è dedicata al progetto candidato, ai suoi obiettivi e alle sue caratteristiche salienti.

Titolo Insersci il titolo del progetto proposto.

Breve descrizione Descrivi le caratteristiche essenziali del progetto, considerando che il contenuto della sintesi potrà essere utilizzato a fini divulgativi in caso di esito positivo della candidatura. Massimo 400 caratteri.

Approfondimenti sul contesto e sui fabbisogni Evidenzia gli elementi di contesto sociale e culturale capaci di delineare i bisogni espressi dalle comunità di riferimento del progetto. Riporta ogni ulteriore elemento di contesto che può essere evidenziato rispetto a quanto già rappresentato dall’Ente che mette a disposizione lo spazio. Massimo 2000 caratteri.

Descrizione delle attività in relazione allo spazio. agli ambiti prioritari di intervento e al contesto di riferimento Riporta le attività previste, gli obiettivi e i relativi output. Descrivi come tali attività si integrano con lo spazio, gli eventuali ambiti prioritari di intervento indicati dall’Ente e il contesto circostante. Massimo 2000 caratteri.

Descrizione degli aspetti di innovazione sociale del progetto Racconta quali sono gli elementi di innovazione sociale del progetto. Indica le soluzioni che intendete adottare per rispondere ai fabbisogni identificati, specificando quale innovazione apporteranno alle dinamiche presenti sul territorio e come innescherete nuove relazioni e collaborazioni sociali. Massimo 1500 caratteri.

Visione di lungo periodo rispetto allo spazio e al territorio Descrivi come lo spazio si trasformerà e crescerà durante il periodo di realizzazione del progetto. Specifica quale ruolo avrà la comunità e quale funzione acquisirà lo spazio all’interno del contesto territoriale. Massimo 1000 caratteri.

Allegati Indica se hai bisogno di allegare ulteriori documenti utili a descrivere il progetto: rendering di mobili e spazi, video, foto, bozzetti esplicativi, ecc. In caso affermativo, carica un file pdf o zip (dimensioni massime 30 mb) e inserisci una breve descrizione della documentazione caricata (massimo 200 caratteri).

Reti e comunità

Questa sezione richiede di contestualizzare la proposta descrivendo le comunità di riferimento, le strategie di coinvolgimento ed elencando gli eventuali partner del progetto.

Definizione della comunità di riferimento Indica a chi sono rivolte le attività del progetto. Riporta le caratteristiche della comunità con cui intendete lavorare. Specifica caratteristiche, abitudini ed esigenze del target di riferimento. Massimo 1500 caratteri.

Strategie di coinvolgimento del target individuato Fornisci dettagli sulle modalità, sugli strumenti e sui canali attraverso cui intendete coinvolgere la comunità di riferimento e i destinatari delle attività. Descrivi come le reti attivate sul territorio contribuiranno a coinvolgere il target di riferimento. Massimo 1000 caratteri.

Partnership Indica se il vostro progetto coinvolge altri partner. In caso affermativo, per ciascuno dei partner: inserisci la ragione sociale e la località della sede legale; descrivi il ruolo del partner e con quali mezzi/azioni contribuirà alla realizzazione del progetto; carica una lettera o un accordo, firmato digitalmente dal rappresentante legale del partner o debitamente sottoscritto con allegato il suo documento di identità, che attesti i termini di coinvolgimento del partner (formato pdf o p7m, dimensioni massime 2 mb).

Sostenibilità economica

Questa sezione richiede di quantificare i costi del progetto, evidenziandone la sostenibilità, e descrivere gli strumenti scelti per monitorarne l’impatto.

Nello specifico, il Piano finanziario contiene le previsioni dei costi necessari alla realizzazione del progetto. Fai attenzione alla coerenza tra i costi inseriti, il gruppo di lavoro e le attività progettuali previste. Prima di compilare il Piano finanziario, predisponi preventivi e analisi tecniche capaci di quantificare correttamente gli importi necessari. Ricorda, infine, che sono rimborsabili solo le spese sostenute nei primi 18 mesi di realizzazione del progetto.

Costi di manutenzione Quantifica ed elenca (massimo 400 caratteri) i costi per l’acquisto di servizi e materiali per la manutenzione ordinaria dello spazio, funzionale alle attività progettuali. Ricorda che l’importo richiesto per questa macrovoce deve essere in ogni caso inferiore a quello previsto per i costi di funzionamento.

Costi di funzionamento Quantifica ed elenca (massimo 400 caratteri per voce) i costi relativi a: risorse umane direttamente e specificamente utilizzate per lo svolgimento delle attività progettuali; acquisto e/o leasing di beni durevoli strettamente funzionali alla realizzazione delle attività progettuali; realizzazione delle attività progettuali (comunicazione, servizi, SIAE, cancelleria, noleggio breve di attrezzature, ecc.); altre spese generali di funzionamento sostenute esclusivamente nell’ambito del progetto (spese di viaggio, spese assicurative, utenze, ecc.).

Compartecipazione al progetto Indica come l’Organizzazione intende compartecipare al progetto con risorse aggiuntive (attrezzature/strumentazioni, automezzi, risorse umane, ulteriori contributi e/o finanziamenti, relazioni strategiche, ecc.). Massimo 800 caratteri.

Commenta il piano finanziario e descrivi le fonti di ricavo
Evidenzia come l’articolazione del piano finanziario sia orientata alla qualità e razionalizzazione della spesa. Descrivi come l’Organizzazione otterrà un flusso di entrate utile ad assicurare la copertura finanziaria del progetto approvato. Indica quali sono le fonti di ricavo prescelte, che renderanno il progetto sostenibile per tutta la sua durata. Massimo 800 caratteri.

Capacità e modalità del progetto di adattarsi nel tempo alle esigenze manifestate dal territorio Indica come saranno monitorate le evoluzioni dei bisogni delle vostre comunità di riferimento. Spiega come il progetto si adeguerà ai nuovi bisogni che emergeranno durante il suo svolgimento. Descrivi in che modo si intende mantenere lo spazio inclusivo, fruibile e aperto alle esigenze del target individuato. Massimo 800 caratteri.

Strategia e strumenti per monitorare l’efficacia e l’impatto delle attività Indica come si intende monitorare le attività, dettagliando quali dati saranno raccolti per verificarne l’efficacia. Indica come si intende misurare l’impatto del processo di innovazione sociale innescato dal progetto. Descrivi come sarà verificato il raggiungimento degli obiettivi previsti. Massimo 800 caratteri.

Comunicazione e promozione dei risultati raggiunti a tutto il territorio Descrivi le modalità che saranno adottate per diffondere i risultati raggiunti. Specifica attraverso quali canali, strumenti, mezzi questi saranno resi pubblici. Dichiara in che modo i risultati di innovazione sociale raggiunti dal progetto saranno resi facilmente raggiungibili e leggibili da tutto il territorio. Massimo 800 caratteri.


Valutazione

Ogni proposta, dopo aver superato i criteri di ammissibilità previsti dal bando, sarà valutata da una commissione esterna.

La commissione valuterà, attribuendo a ogni progetto un punteggio da 0 a 100 punti, le caratteristiche del proponente, le caratteristiche e la qualità del progetto, la sostenibilità del progetto e la congruità del piano finanziario.

Caratteristiche del proponente

Esperienza e professionalità dei soggetti promotori. Esperienza e radicamento sul territorio del soggetto proponente, competenze e professionalità del gruppo di lavoro individuato in coerenza con le attività e gli obiettivi del progetto. Massimo 20 punti su 100.

Caratteristiche e qualità del progetto

Qualità e coerenza progettuale. Coerenza tra il progetto e le caratteristiche dello spazio, l’analisi del contesto di riferimento e gli ambiti di intervento indicati dall’Ente proprietario. Chiarezza nella definizione degli obiettivi e dei relativi output. Massimo 20 punti su 100.

Impatto sul territorio e sulle comunità di riferimento. Capacità del progetto di avere impatto positivo sul territorio, di migliorare il bene pubblico interessato dall’intervento, di contribuire allo sviluppo sociale ed economico delle comunità di riferimento. Capacità del progetto di attivare le giovani generazioni, di favorire processi inclusivi e aperti alle comunità di riferimento e di aumentare la fruibilità e la funzione sociale dello spazio. Massimo 20 punti su 100.

Valore innovativo del progetto. Capacità del progetto di contribuire in maniera innovativa ai bisogni del territorio e di innescare nuove relazioni e collaborazioni sociali. Massimo 10 punti su 100.

Congruità e sostenibilità del piano economico-finanziario

Congruità tra le attività ed il piano dei costi. Corretta articolazione del piano dei costi e coerenza con gli obiettivi e attività proposte. Massimo 15 punti su 100.

Sostenibilità, follow-up e replicabilità del progetto di innovazione sociale. Capacità del progetto di essere sostenibile nel tempo, di avere prospettive di continuità e sviluppo futuro e di essere replicabile. Capacità dell’Organizzazione di compartecipare al progetto con risorse aggiuntive. Massimo 15 punti su 100.

Per l’attribuzione del punteggio, si procederà a moltiplicare il punteggio massimo previsto per ciascun criterio per i moltiplicatori corrispondenti ai seguenti giudizi:

  • Eccellente: 1
  • Buono: 0.8
  • Sufficiente: 0.6
  • Insufficiente: 0.4
  • Scarso: 0.2

Al termine della procedura di valutazione, la commissione genererà una graduatoria di merito costituita dai progetti che avranno superato la soglia minima di idoneità pari a 60 punti su 100.


Co-progettazione

Luoghi Comuni utilizza la co-progettazione per la realizzazione dei progetti.

Per ogni spazio disponibile, l’Organizzazione giovanile che avrà superato la fase di valutazione con il miglior punteggio sarà convocata a partecipare al tavolo di co-progettazione per dettagliare e discutere la proposta candidata. Al processo di co-progettazione parteciperanno l’Ente titolare dello spazio, l’ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione), la Regione Puglia e l’Organizzazione giovanile selezionata.

Questo strumento consente agli Enti pubblici e alle Organizzazioni giovanili del Terzo Settore di precisare gli interventi da realizzare in base ai bisogni del territorio. Si fonda quindi sulla condivisione degli intenti e sulla compartecipazione dei soggetti coinvolti.

In particolare, la discussione ha l’obiettivo di:

  • dettagliare le attività previste nella proposta preliminare affinché rispondano al meglio alle esigenze dell’Ente, del territorio e della comunità di riferimento;
  • rafforzare la fattibilità della proposta progettuale;
  • definire gli eventuali interventi di manutenzione ordinaria proposti in fase di candidatura.

Al termine della co-progettazione si giungerà al progetto esecutivo di dettaglio.

La co-progettazione è delineata all’interno del “Codice del Terzo Settore” approvato con Decreto legislativo n. 117 del 3 luglio 2017.


In caso di ammissione

In caso di esito positivo della co-progettazione, l’Organizzazione giovanile sottoscriverà un Accordo di collaborazione con l’ARTI e l’Ente titolare dello spazio per la realizzazione dei servizi co-progettati.

Inoltre, l’Ente titolare dello spazio e l’Organizzazione giovanile selezionata stipuleranno un contratto di comodato d’uso gratuito dello spazio messo a disposizione.

L’Organizzazione giovanile realizzerà il progetto per la durata di 24 mesi. L’Ente titolare dello spazio e l’ARTI provvederanno a monitorare il servizio co-progettato e a coadiuvare l’Organizzazione giovanile nello sviluppo dell’iniziativa di innovazione sociale. L’ARTI corrisponderà il contributo accordato direttamente all’Organizzazione giovanile che realizzerà i servizi co-progettati.