Spazi

Ospedaletto

Edificio del Settecento posizionato su un tratto di antiche mura inserito da Comune di Martina Franca

Bando attivo

Scade il 01.07.19
Hai ancora 38 giorni per candidare un progetto per questo spazio. Scarica bando
Via Orfanelli snc
Martina Franca (TA)
338 mq
di cui 188 al coperto
13 locali

Ambiti di intervento prioritari

  • Attività culturali, artistiche di interesse sociale, editoria e volontariato
  • Radiodiffusione a carattere comunitario

Allegati

Restrizioni all'accesso

Nessuna restrizione all'accesso.

Prescrizioni per la manutenzione

La manutenzione dovrà essere effettuata nel rispetto del bene culturale, richiedendo autorizzazione alla Soprintendenza BB.CC.AA. ai sensi dell'art. 21 del D.Lgs 22.01.2004, n. 42.

Prescrizioni per attività

La destinazione d’uso si riferisce all’allestimento di laboratori vari: allestimento scenico, artigianato e arti contemporane, promozione turistico-culturale, centro multimediale. Secondo i documenti di agibilità, il numero massimo di persone che l'immobile può accogliere è pari a 75. L'immobile sarà concesso in comodato d'uso gratuito per 24 mesi (durata progettuale) eventualmente prorogabili.

Spazio aggiunto in catalogo il 15 aprile 2019

Descrizione generale dello spazio

L’Ospedaletto, già Casa Cappellari, fu eretto nel 1783 primo Ospizio dei poveri su un tratto di antiche mura cittadine: furono costruiti 13 monolocali forniti di camino, su due livelli, per ospitare altrettante famiglie che potevano condividere cortile, pozzo e servizi. Dal 2012 è stato sede di un Laboratorio Urbano per la creatività giovanile, affidato a gestore esterno.

Contesto territoriale e sociale

Il bene è collocato nel centro storico, in una zona adiacente alla Chiesa del Carmine e alla Villa del Carmine, parco cittadino su tre livelli con affaccio sulla Valle D’Itria. L'Ospedaletto è posizionato nei pressi dell'ex Tennis Club, all’interno di Villa Carmine, già sede di Laboratorio Urbano per la Creatività giovanile, di recente affidato a un nuovo soggetto gestore per la prosecuzione delle attività. Nelle immediate vicinanze vi sono: un Istituto Comprensivo, due Istituti Scolastici Superiori, diverse associazioni di volontariato nonché attività commerciali e del settore ristorazione. Nei pressi dello spazio, la sede della Fondazione Paolo Grassi opera per la diffusione della cultura teatrale e musicale in Puglia.

Stato di sicurezza, salubrità e igiene

L’immobile è stato completamente ristrutturato nell’ambito dell’iniziativa regionale Bollenti Spiriti. L'Ospedaletto è dotato di certificazione di agibilità rilasciata in data 18.11.2014 dal dirigente SUE del Comune di Martina Franca. È fornito di tutti gli allacci necessari e di 3 servizi igienici, di cui uno attrezzato per portatori di disabilità, collocati in alcuni dei monolocali al piano terra.

Punti di forza e criticità

  • Immobile di pregio
  • Da tinteggiare

Fruibilità dello spazio

Nelle vicinanze del centro storico sono presenti ampi parcheggi. Anche le zone immediatamente limitrofe all’immobile non presentano alcuna criticità per il parcheggio delle auto. La raggiungibilità dello spazio è assicurata anche dal trasporto pubblico.

Obiettivi e compartecipazione dell'Ente

La candidatura dell'Ospedaletto ha l'obiettivo di attivare gli spazi per la creatività, l'apprendimento e l'innovazione sociale, continuando processi di sperimentazione e confronto sociale promossi dai giovani del territorio. L'Amministrazione intende: sostenere la creazione di nuove idee e azioni collettive per soddisfare bisogni sociali e culturali, attivare la comunità, sollecitare nuove relazioni e collaborazioni, offrire ai giovani opportunità di attivazione e valorizzazione dei talenti. L'Amministrazione comparteciperà al progetto: favorendo processi di animazione culturale, promuovendo e disseminando le opportunità offerte dal progetto, mettendo a disposizione le competenze tecniche del personale comunale. Oltre all’accompagnamento nella fase start up, l'Amministrazione assicurerà costante attività di monitoraggio del progetto. Saranno adottati strumenti specifici: questionari di gradimento, raccolta dei dati relativi alla partecipazione online e offline, raccolta dei dati relativi all'attivazione degli attori territoriali (persone-enti-associazioni coinvolte).

Ti interessa questo spazio?

Candida il tuo progetto entro le ore 12:00 del 1 luglio 2019

Altri bandi
  • Appena attivato
    Vai alla scheda »
    Museo della radio
    Museo della radio con annesso frantoio ipogeo
    Tuglie (LE), 388 mq
  • Appena attivato
    Vai alla scheda »
    Palazzo Rogadeo
    Ex ludoteca all’interno della Biblioteca Comunale
    Bitonto (BA), 45 mq