Spazi

Piano terra ERP

Laboratorio temporaneo per la creatività e la partecipazione attiva inserito da Comune di Ruvo di Puglia

Bando attivo

Scade il 13.01.20
Hai ancora 36 giorni per candidare un progetto per questo spazio. Scarica bando
Via Martiri delle Foibe 29
Ruvo di Puglia (BA)
196 mq
6 locali

Ambiti di intervento prioritari

  • Accoglienza e integrazione migranti
  • Attività commerciali, produttive, di educazione e informazione, di promozione del commercio equo e solidale
  • Attività culturali, artistiche di interesse sociale, editoria e volontariato
  • Attività educative, di istruzione, formazione professionale
  • Beneficenza e servizi di sostegno di persone svantaggiate
  • Cooperazione allo sviluppo
  • Formazione extra-scolastica, prevenzione della dispersione scolastica, del bullismo, della povertà educativa
  • Inserimento/reinserimento lavorativo
  • Promozione della legalità, della pace, della non violenza

Restrizioni all'accesso

Nessuna restrizione all'accesso, in quanto lo spazio è dotato di un ingresso indipendente.

Prescrizioni per la manutenzione

In relazione all’immobile in oggetto sono consentiti gli interventi di manutenzione ordinaria, ai sensi dell’ art. 3 c. 1 lett. a) del D.P.R. n. 380/2001, nel rispetto della normativa vigente in riferimento a: barriere architettoniche (L. n. 13/89 e D.M. n. 236/89), adeguamento impiantistico (D.M. n. 37/08 e L.R. n. 13/08), adeguamento ambientale (L.R. n. 30/16), progettazione ed esecuzione degli interventi nel rispetto dei Criteri Ambientali Minimi (D.M. 11/10/2017).

Prescrizioni per attività

Nessuna.

27 novembre 2019 Open day

In questa giornata sarà possibile visitare liberamente lo spazio e incontrare un referente dell'Ente proponente.

Vedi dettagli

Descrizione generale dello spazio

L’unità immobiliare in oggetto è sita al piano terra di un immobile comunale che si compone di nr. 9 unità abitative di residenza pubblica, una delle quali destinata a residenza per disabili. La disposizione degli ambienti prevede accesso dall'area pedonale del complesso edilizio direttamente nella sala centrale , oppure dal civico 29 che consente l'accesso in un'eventuale sala di accoglienza alle altre sale. I due servizi igienici sono separati con accesso diretto dagli spazi laboratoriali.

Contesto territoriale e sociale

L’immobile è al piano terra di una delle tre palazzine di Edilizia Residenziale Pubblica del Contratto di Quartiere 1 in via Martiri delle Foibe, collegate alla scuola dell’infanzia Andersen da una piazzetta anfiteatro. Di fronte sorge lo spazio gemello sede del Coworking comunale, gestito dall’associazione culturale La Capagrossa, esperta in processi partecipativi e in rigenerazione urbana. Di rilevante importanza anche il Centro Polivalente per Minori (CAP) e il Centro per le Famiglie (CaF), al piano terra di un’altra delle tre palazzine. Il quartiere è molto vicino anche ad altre abitazioni di ERP in via Falcone Borsellino, dove è stato realizzato con fondi regionali erogati dall’ARCA Puglia il Parco Urbano Inclusivo “Parco della Musica Antonio Summo”.

Stato di sicurezza, salubrità e igiene

Riguardo allo stato di sicurezza, l’immobile non presenta rischi alla fruibilità, essendovi idonee uscite di sicurezza, congrua illuminazione di emergenza e essendo totalmente accessibile anche da parte dell’utenza debole. Oltre modo, dal punto di vista della salubrità e dell’igiene ambientale, non presenta criticità. L’immobile, difatti risulta in possesso di idoneo Certificato di agibilità prot. n. 7343 del 22 Marzo 2010 rilasciato dal Comune di Ruvo di Puglia.

Punti di forza e criticità

  • Accessibilità
  • Modulabilità degli ambienti
  • Collocazione
  • Distribuzione degli ambienti
  • Assenza di impianto di condizionamento

Fruibilità dello spazio

Gli ambienti sono dotati di standard dimensionali tali da consentire un'ampia gamma di attività laboratoriali, favorite da spazi esenti da pilastrature ed ostacoli fisici. La configurazione esistente, consente la continuità tra i vari ambienti mediante aperture nelle tramezzature che asseconderebbero delle attività che prevedono spazi di servizio a spazi di aggregazione.

Obiettivi e compartecipazione dell'Ente

Candidando lo spazio l'ente mira a: creare un laboratorio di cucina sociale con inserimento di soggetti svantaggiati; aprire un social food makers interagente con il circondario, cui mancano servizi di ristorazione e laboratori su alimentazione/salute; attivare raccolta alimentare/ prevenzione sprechi; promuovere il km0 anche destinando ad uso orti sociali gli spazi verdi adiacenti; creare sinergie con Distretto Biologico delle Lame; interagire con le attività nei due spazi della scuola-MAKERS SPACE, PERFORMATIVE ART LAB (finanz. SISUS). Le forme di compartecipazione dell'Ente riguardano la collaborazione di risorse professionali dell’ente nel settore: politiche sociali (rete Ruvo Solidale, CAP, CaF), giovanili (Forum Giovani e Coworking), servizi produttivi e commerciali (Sportello AgrInforma e DUC Vivo a Ruvo); il supporto delle associazioni attive nei progetti culturali dell’ente; l'impegno nella co-progettazione e per l’adeguamento dello spazio all’utilizzo previsto da parte dell’Ufficio Tecnico Comunale e dell’Ufficio Comunicazione nella promozione delle attività co-progettate.

Ti interessa questo spazio?

Candida il tuo progetto entro le ore 12:00 del 13 gennaio 2020

Altri bandi
  • Attivo
    Vai alla scheda »
    Centro Polifunzionale di Latiano
    Ex cinema ristrutturato come centro di aggregazione giovanile
    Latiano (BR), 1135 mq
  • Attivo
    Vai alla scheda »
    Parco delle Cave di Cafiero
    Oasi naturalistica situata nella Valle dell'Ofanto, originariamente adibita a cava per l'estrazione del marmo
    San Ferdinando di Puglia, 70000 mq