Spazi

Ospedaletto dei Crociati

Edificio storico risalente alla fine dell'anno 1000 inserito da Comune di Molfetta

Bando attivo

Scade il 30.09.20
Hai ancora 85 giorni per candidare un progetto per questo spazio. Scarica bando
viale dei Crociati, Molfetta (BA)
Molfetta (BA)
565 mq
5 locali

Ambiti di intervento prioritari

  • Interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio

Allegati

Restrizioni all'accesso

Nessuna

Prescrizioni per la manutenzione

La prescrizione posta dall'Ente consiste nel divieto di manomissione delle murature, della pavimentazione e dei pilastri che formano le navate voltate.

Prescrizioni per attività

La vocazione del luogo è orientata verso una destinazione d'uso di tipo culturale/artistico/ turistico. L'attività deve ben conformarsi ai luoghi messi a disposizione senza alterarne l'aspetto originario caratteristico.

Descrizione generale dello spazio

L’immobile fu eretto per accogliere i pellegrini e crociati in transito per la Terra Santa ed adibito ad ospedale, interamente costituito da muratura e pavimentazione in pietra a pianta rettangolare con tre corsie parallele diviso da due ordini di colonne quadrate poste parallelamente alle murature perimetrali. Interamente restaurato nel 1998. L'area esterna è esclusa dalla presente candidatura (si veda la pianta allegata).

Contesto territoriale e sociale

L'edificio è collocato alla fine del Viale dei Crociati posto a ridosso della strada Comunale Molfetta-Bisceglie. Adiacente ad esso è collocata la Basilica Minore Pontificia della Madonna dei Martiri, luogo di pellegrinaggio per turisti, fedeli, devoti e cittadini. Il quartiere che si erge in adiacenza è costituito da fabbricati di edilizia popolare. Esso è stato eretto negli anni Cinquanta. Tutta la zona di accesso al quartiere e antistante la suddetta Basilica e l'Ospedaletto è oggetto di Riqualificazione da parte dell'Ente Comunale a seguito dell'aggiudicazione di un consistente finanziamento pubblico ottenuto.

Stato di sicurezza, salubrità e igiene

All'interno, a seguito del restauro avvenuto nel 1998 sono stati realizzati tutti gli impianti tecnologici ed i servizi igienico-sanitari. Il complesso è stato adeguato alle normativa L.13/1989 per il superamento delle barriere architettoniche. È prevista la presenza di un Operatore Civico per la guardiania del posto. Tutti gli accessi e le aperture sono provviste di cancelli.

Punti di forza e criticità

  • Luogo turistico
  • Spazio culturale
  • Immobile storico di pregio
  • Mancanza d'impianto d'allarme

Fruibilità dello spazio

L'edificio si presta ad avere molteplici utilizzi per via della disposizione e della grandezza degli spazi. Presenta una grande stanza con degli archi che inquadrano spazi quadrati molto versatili a seconda dell'utilizzo, una stanza con un pavimento in vetro che mostra gli ipogei rinvenuti nel restauro del 1998, uno spazio utilizzato come ingresso, un'altra stanza molto versatile e la zona antistante i servizi.

Obiettivi e compartecipazione dell'Ente

L'Ente Comunale potrebbe compartecipare offrendo i servizi di pulizia degli spazi interni e di guardiania. L' obiettivo della candidatura di questo spazio, per l'Amministrazione, è la riqualificazione e la rivitalizzazione del manufatto di pregio storico artistico attualmente poco utilizzato, nonchè la possibilità di offrire un servizio aggiuntivo al quartiere in cui è inserito.

Ti interessa questo spazio?

Candida il tuo progetto entro le ore 12:00 del 30 settembre 2020

Altri bandi
  • Attivo
    Vai alla scheda »
    Torre dell'Orologio
    Struttura storica che si sviluppa su due livelli e si affaccia sulla piazza principale di Alessano
    Alessano (LE), 235 mq
  • Attivo
    Vai alla scheda »
    Parco di via Nino Rota
    Parco pubblico recintato suddiviso in tre aree: campi da gioco, struttura coperta e area verde
    Mola di Bari (BA), 7451 mq