Spazi

Museo del vino, dell'agricoltura e dei mestieri antichi

Ex scuola elementare, oggi spazio dedicato agli antichi mestieri inserito da Comune di Guagnano

Spazio ritirato

La candidatura è stata ritirata dall'Ente proponente (ai sensi dell'art. 14 dell'Avviso per gli Enti) in quanto lo spazio è risultato destinatario di un finanziamento pubblico relativo alla "Rigenerazione Urbana Sostenibile" per la realizzazione di un laboratorio urbano nel parco del Negroamaro.Per approfindimenti, consulta la Deliberazione della Giunta Comunale n. 95 del 19/06/2019.
Via Dante snc
Guagnano (LE)
303 mq
di cui 153 al coperto
6 locali

Ambiti di intervento prioritari

  • Attività turistiche di interesse sociale, culturale

Restrizioni all'accesso

Nessuna restrizione all'accesso.

Prescrizioni per la manutenzione

L’immobile è soggetto al vincolo di tutela da parte del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo secondo il D.L.vo 42/2004 parte II-beni culturali. I lavori di manutenzione sono consentiti dietro parere favorevole della Soprintendenza dei Beni Culturali ed in particolare i materiali utilizzati per eseguire i lavori devono essere quelli che storicamente sono stati impiegati per la realizzazione dell’immobile.

Prescrizioni per attività

Nessuna prescrizione.

Descrizione generale dello spazio

E' una ex scuola degli anni quaranta composta da due piani. E’ di proprietà comunale ed è localizzata nella frazione di Villa Baldassarri. Il piano terra, in cui attualmente è allestito il Museo dell’agricoltura e dei mestieri antichi, consta di due ampi vani. Il primo piano è composto da 4 vani, il più piccolo, indipendente dagli altri, oggi ospita l’archivio comunale corrente, che si prevede di poter spostare presto.

Contesto territoriale e sociale

L’immobile è situato a Villa Baldassarri, frazione di Guagnano. L’ambito territoriale è caratterizzato da un modello legato al sistema città-campagna: il cui unico comune denominatore è il territorio agricolo. Tale identità sta divenendo motivo di rilancio e riproposizione di un modello integrato tra attività legate all’agricoltura e offerta enogastronomica dei prodotti di trasformazione derivanti dalla stessa: i centri urbani, ed in particolare quelli minori, vivono pertanto in un sistema in cui le abitudini sottolineano ancora oggi il modello dell’antico borgo rurale. I giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni sono 955. In un periodo di aumento dell’indice di vecchiaia forte è la richiesta di implementazione di politiche per le giovani generazioni.

Stato di sicurezza, salubrità e igiene

L’immobile è buone condizioni di sicurezza (ultimo lavori di ristrutturazione, infissi, ecc.) , salubre e dotato di servizi igienici.

Punti di forza e criticità

  • Situato nel centro storico
  • Facilmente raggiungibile
  • Versatile
  • Isolamento termico
  • Illuminazione non a risparmio energetico
  • Privo di ascensore per il primo piano

Fruibilità dello spazio

Ampie aree di parcheggio per auto sono presenti nelle immediate vicinanze, inoltre l’edificio è facilmente raggiungibile dai paesi limitrofi grazie alla presenza di due nuove piste ciclabili. L’edificio delimita il lato meridionale della piazza principale, dista pochi metri da un’area parco-giochi e poche decine di metri dalla Chiesa Madonna del Carmelo.

Obiettivi e compartecipazione dell'Ente

L'Amministrazione intende ospitare attività legate alla valorizzazione dei prodotti agricoli, con attenzione alle pratiche sostenibili di utilizzo della terra; realizzare laboratori, cooking class, corsi di trasformazione dei prodotti agricola; sviluppare le competenze utili al racconto del territorio e delle produzioni agricole; sviluppare laboratori fortemente innovativi(arte, musica, comunicazione, storytelling) e condividere gli spazi per accrescere competenze e far nascere professionalità in grado di raccontarlo. L’ente parteciperà alla gestione dell’immobile mantenendo a proprio carico le utenze; concorrerà all’attivazione delle rete delle realtà produttive locali affinché questi supportino e coadiuvino l’organizzazione di attività; faciliterà l’ente gestore nella concessione di spazi pubblici esterni all’immobile; patrocinerà tutte le iniziative del soggetto gestore coerenti con la presente candidatura. L’Ente svolgerà attività di monitoraggio sia quantitativo/statistica (n.visitatori, provenienza, età) che qualitativa, attraverso il gradimento delle attività. Verificherà il coinvolgimento nelle attività di animazione degli under 35 e la collaborazione lavorativa (saltuaria, determinata, indeterminata). Le attività di valutazione, nei primi 12 mesi, saranno due, per permettere all’Ente, in caso di difficoltà dei gestori, di ridefinire l’operatività e una, nei successivi 24 mesi.

Questo spazio non è più disponibile

L'Ente proponente ha ritirato la sua candidatura

Per approfindimenti, consulta la Deliberazione della Giunta Comunale n. 95 del 19/06/2019.

Altri bandi
  • Attivo
    Vai alla scheda »
    Immobile confiscato di C.da Madonna d’Altomare n.3
    Villetta unifamiliare con ingresso indipendente, distribuita su tre livelli
    Polignano a Mare (BA), 240 mq
  • Attivo
    Vai alla scheda »
    Parco giochi Villa Pinocchio
    Parco cittadino dotato di spazi attrezzati per attività ludico-sportive
    Polignano a Mare (BA), 11500 mq